Pier Paolo Pasolini a Marilyn

l25Il mondo te l’ha insegnata.  Così la tua bellezza divenne sua.
Dello stupido mondo antico e del feroce mondo futuro era rimasta una bellezza che non si vergognava di alludere ai piccoli seni di sorellina, al piccolo ventre così facilmente nudo. E per questo era bellezza, la stessa che hanno le dolci mendicanti di colore, le zingare, le figlie dei commercianti vincitrici di concorsi a Miami o a Roma.
Il mondo te l’ha insegnata, e così la tua bellezza non fu più bellezza.
Ma tu continuavi ad essere bambina, sciocca come l’antichità, crudele come il futuro… e fra te e la tua bellezza posseduta dal potere  si mise tutta la stupidità e la crudeltà del  presente… 
Sparì, come una bianca ombra d’oro.
(Pier Paolo Pasolini – Photo ©Getty Images)